Home | About | Filosofia | Contatti

Le avventure golose di Oliver Glowig

Oliver Glowig partecipa al progetto di Roma gourmet
I carciofi di Caravaggio

e interpreta l’opera Narciso con… Triglia con pelle di pollo croccante, fagioli e caffè

… … …
Il ristorante Oliver Glowig all’Aldrovandi al quale si riferisce la scheda ha cessato l’attività nel 2015
ristorante

Un’oasi gourmet, elegante ed essenziale, nella quale respirare un’aria internazionale senza dimenticare per un solo momento-boccone di trovarsi a Roma. Il paradiso goloso è quello di Oliver Glowig, chef ai vertici delle guide gastronomiche, sensibile interprete delle tradizioni culinarie italiane e romane in particolare, abile nella scelta e nell’accostamento degli ingredienti, lavorati con tecnica sicura per fondere e contaminare, esaltare e mai coprire sapori, consistenze e profumi, giocando con armonie e contrasti.
Il percorso inizia davanti alla trasparenza dei vetri che conducono alla sala ariosa circondata dal vasto giardino apparecchiato nella bella stagione.
Nel servizio nulla è lasciato al caso, sotto la guida elegante e attenta del maitre Matteo Trolese e, circondati di attenzioni e cura dei dettagli, il viaggio comincia dalle Lumache alla mentuccia con fagioli e caffè, bella citazione alla festa di San Giovanni, patrono della città festeggiato il 24 giugno, durante la quale era tradizione mangiare le lumache ai tavoli all’aperto delle osterie. E se la mente va alla scena del film Roma di Federico Fellini nella quale una donna insegna come si mangiano i molluschi, per gustare questi occorre solo seguire la cremosa scia di fagioli e abbandonarsi all’incontro di sapidità e consistenze.

Pescando dalla carta o dai due menu degustazione battezzati con i nomi delle figlie dello chef, Aurora e Gloria, le citazioni romane continuano con le Eliche cacio e pepe e ricci di mare, un classico doppiamente rinnovato, sia per la scelta del formato della pasta sia per l’introduzione di un ingrediente inedito che con la sua dolcezza si insinua felicemente nella morbidezza dei sapori, introducendo una nota di colore e lasciando un’eco intensamente marina. L’arzilla, il pesce tanto caro alle cucine romane e protagonista della popolare zuppa cantata in stille e versi da Aldo Fabrizi, è qui abbinata alla pancetta in zuppa con patate e olive di Gaeta.
E non può poi mancare il Quinto quarto che, protagonista della  Testina di vitello croccante, diventa espressione di un intenso incontro materico-aromatico nelle Animelle di vitello con spugnole in salsa di Sherry.

Il capitolo delle golosità titilla per le sfiziose incursioni negli orti e nei pascoli, dalla Mousse di ricotta di pecora con peperoni e fragole, alle Arance speziate con gelato di lenticchie al Cannolo con mandorle e nocciole al profumo di limone.
Le emozioni continuano in cantina, con una scelta di vini ben proposti e consigliati anche al calice in abbinamento al menu scelto.

© Maria Luisa Basile – riproduzione vietata

Il ristorante Oliver Glowig all’Aldrovandi al quale si riferisce la scheda ha cessato l’attività nel 2015
Oliver Glowig
Indirizzo:
Aldrovandi Villa Borghese
Via Ulisse Aldrovandi 15
00197 Roma
Parioli
Tel. +39 06. 3216126
+39 06. 3223993
Email: info@oliverglowig.com
Sito web: www.oliverglowig.com
Aperto: sempre
Giorni di chiusura: domenica e lunedì
Tipo di cucina: Mediterranea e creativa
Chef: Oliver Glowig
Pastry chef: Elnava De Rosa
Maitre: (fino al 2013 Matteo Trolese)
Carte di credito accettate: tutte
Tavoli all’aperto: si
Ferie: gennaio
Prezzo medio (bevande escluse):
Menu Degustazione Aurora: E. 130
Menu Degustazione Gloria E. 150
Alla carta (bevande escluse): E. 140
I giudizi delle Guide:
L’Espresso 2014
16.5, 2 cappelli, piacevolezza, cantina
Michelin 2014
Un'ottima tavola nella sua categoria Un'ottima tavola nella sua categoria 2 stelle Michelin

La ricetta di un piatto simbolo di Oliver Glowig: Eliche cacio e pepe con ricci di mare
Piatti dal menu (foto >)



  • Lumache alla mentuccia con fagioli e caffè
  • Cappesante e midollo di bue con salsa di avocado e mela verde
  • Terrina d’anatra e fegato grasso d’oca con rabarbaro caramellato
  • Eliche cacio e pepe e ricci di mare
  • Risotto alla camomilla con astice, polvere di capperi e miele
  • Pancia di maiale croccante con cavolo nero e gelatina di limone al peperoncino

………

Fotografie © Roma gourmet
Per vedere le immagini complete fare click sulle foto >>
Le 16 fotografie sottostanti di Oliver Glowig sono rielaborate da Roma gourmet

……………………………………

Sostieni Roma gourmet, anche con 1 euro.
Grazie!
 

 

……………………………………

Salvo dove diversamente indicato, testi e fotografie sono di Roma-gourmet ©

……………………………………

Assaggi di Teatro

Cucina creativa e Teatro

……………………………………

Affinità elettive

L’Arte incontra la Cucina d’autore

……………………………………

Sguardi

Storie d’erranza

……………………………………

Aforismi gourmand

*Se t’inganno, prego el
cielo de perdere quello
che gh’ho più caro:
l’appetito.
* Arlecchino
servitor di due padroni

……………………………………

Lo chef e la Luna

……………………………………

Puntarelle tempestose

Roma gourmet non acquista nè consuma alcun alimento o bevanda la cui pubblicità strumentalizza il corpo nudo delle donne, offendendone la dignità

……………………………………

I carciofi di Caravaggio

Viaggio gourmet
fra vita e opere
di Michelangelo
Merisi
detto
Caravaggio

……………………………………

Take (me) away

Brillante-Severina. Memorie tragi-comiche di una gourmet per bene

……………………………………

Shop Roma gurmet

……………………………………

Italia gourmet

I migliori
ristoranti d’ITALIA
nei giudizi delle
Guide

……………………………………

Pensiero di Vino

il vino mantiene
l’impronta del
legno in cui è
invecchiato

……………………………………

Scaffale gourmet

il piacere
del testo gourmet

……………………………………

Piccoli musei

piccoli musei
grandi emozioni

 

……………………………………………

Le guide consigliano

I migliori ristoranti di Roma secondo le Guide recensiti con parole e immagini da Roma gourmet
Agata e Romeo
All’oro
Giuda Ballerino
Glass Hostaria
Il Convivio Troiani
Il Pagliaccio
Imago Hotel Hassler
La Pergola Hotel Cavalieri Hilton
Oliver Glowig
Open Colonna
Pipero al Rex

……………………………………………

Chef’s anatomy

interviste a *cuochi
e cuoche*

……………………………………………