Home | About | Filosofia | Contatti

Piccoli musei – Carlo Bilotti

Aranciera di Villa Borghese

Dalle stelle alle arance

“… ho fatto una fotografia di mucche a Villa Borghese… Le mucche adorano farsi fotografare e, a differenza dell’architettura, non si muovono” Oscar Wilde


L’Aranciera di Villa Borghese…


… è un edificio dalla storia secolare. Esisteva già prima della realizzazione della Villa Borghese da parte del Cardinale Scipione vissuto a cavallo fra XVI e XVII secolo. Era la residenza di prestigio della nobile famiglia dei Ceuli e i fasti maggiori risalgono all’ultimo quarto del Settecento, quando Marcantonio IV Borghese realizzò ampliamenti e decorazioni, curando anche lo spettacolare Giardino del Lago. Il Casino fu chiamato “dei Giuochi d’Acqua”, a sottolinearne la funzione ludica, e fu sede di eventi e feste mondane celebrati nelle cronache del tempo.
I cannoneggiamenti e gli scontri che portarono alla caduta della Repubblica Romana nel 1849 ridussero in ruderi l’edificio che fu ricostruito molto liberamente e adibito ad Aranciera, per il ricovero invernale dei vasi di agrumi. Nel 1903 Villa Borghese passò al Comune di Roma e l’Aranciera diventò sede di uffici, abitazioni, istituto religioso, sino al recupero e alla trasformazione nell’attuale Museo.
De Chirico Cavalli in riva al mareDe Chirico Mobili nella stanzaDe Chirico Gli Archeologi
La collezione…
… del Museo è costituita da dipinti, disegni e sculture donati dal collezionista d’arte Carlo Bilotti morto nel 2006. Il nucleo più rilevante comprende 18 lavori di Giorgio de Chirico, di cui la scultura Ettore e Andromaca è visibile all’esterno del Museo. Altri artisti presenti nella collezione sono Andy Warhol, il futurista Gino Severini e Giacomo Manzù con un grande Cardinale in bronzo.
Giorgio de Chirico…
… è rappresentato con i suoi soggetti più famosi, realizzati dalla seconda metà degli anni Venti agli anni Settanta. Gli Archeologi, i Cavalli in Riva al Mare, i Mobili nella Valle o nella Stanza, i Cavalieri o Guerrieri Antichi, risalgono a un periodo di creatività e riconoscimento internazionale, successivo agli anni della prima Metafisica. La Donna nuda di schiena è un ritorno, influenzato da Renoir, al genere del nudo femminile, mentre l’Interno Metafisico con biscotti e Mistero e malinconia di una strada sono repliche di opere della prima Metafisica eseguite negli anni Sessanta.
La curiosità
De Chirico è ammirato da Andy Warhol che, in un’intervista rilasciata al critico Achille Bonito Oliva, dichiara: “Ho sempre ammirato de Chirico. Ha ispirato molti pittori. L’ho incontrato molte volte a Venezia e ho sempre amato molto i suoi lavori. Mi piace la sua arte e poi quell’idea di ripetere sempre e sempre gli stessi dipinti. Mi piace molto quest’idea, e ho pensato che sarebbe stato magnifico farlo… ha ripetuto le stesse immagini per tutta la vita. Credo che l’abbia fatto non solo perché i collezionisti e i mercanti d’arte glielo chiedevano, ma perché gli andava di farlo e considerava la ripetizione un mezzo per esprimersi. Probabilmente è questo che abbiamo in comune…”

Informazioni Museo Carlo Bilotti
Viale Fiorello La Guardia
Roma – Quartiere Flaminio
Come arrivare:
Metro linea A, fermata Flaminio + 500 metri a piedi lungo viale Washington 
Oppure Tram n. 2, Bus 88, 95, 204, 231, 490, 491, 495, 716, M
Orari: 90.00 – 19.00 (la biglietteria chiude mezz’ora prima)
Giorni di chiusura: lunedì – 1 gennaio – 1 maggio – 25 dicembre
Tel. 06. 0608

Ingresso: a pagamento
Biglietto intero 4.50 euro – ridotto 2.50 euro
Ingresso gratuito per studenti e cittadini sotto i 18 anni e sopra i 65
sito web:  www.museocarlobilotti.it
Accesso disabili in Via del Lago
Accesso con passeggini consentito
Libreria


Grandangolo
Portico dei Leoni di Mario e Antonio Asprucci, finto rudere del Tempio di Antonino e Faustina, Propilei egizi, Piazza di Siena, Casina dell’Orologio, Casina di Raffaello, Casina delle Rose, le 24 fontane di Villa Borghese

 
 

……………………………………

Sostieni Roma gourmet con un contributo, anche piccolo. Grazie! 

……………………………………

Salvo dove diversamente indicato, testi e fotografie sono di Roma-gourmet ©

……………………………………

Assaggi di Teatro

Cucina creativa e Teatro

……………………………………

Affinità elettive

L’Arte incontra la Cucina d’autore

……………………………………

Sguardi

Storie d’erranza

……………………………………

Aforismi gourmand

*Se t’inganno, prego el
cielo de perdere quello
che gh’ho più caro:
l’appetito.
* Arlecchino
servitor di due padroni

……………………………………

Lo chef e la Luna

……………………………………

Puntarelle tempestose

Roma gourmet non acquista nè consuma alcun alimento o bevanda la cui pubblicità strumentalizza il corpo nudo delle donne, offendendone la dignità

……………………………………

I carciofi di Caravaggio

Viaggio gourmet
fra vita e opere
di Michelangelo
Merisi
detto
Caravaggio

……………………………………

Take (me) away

Brillante-Severina. Memorie tragi-comiche di una gourmet per bene

……………………………………

Shop Roma gurmet

……………………………………

Italia gourmet

I migliori
ristoranti d’ITALIA
nei giudizi delle
Guide

……………………………………

Pensiero di Vino

il vino mantiene
l’impronta del
legno in cui è
invecchiato

……………………………………

Scaffale gourmet

il piacere
del testo gourmet

……………………………………

Piccoli musei

piccoli musei
grandi emozioni

 

……………………………………………

Le guide consigliano

I migliori ristoranti di Roma secondo le Guide recensiti con parole e immagini da Roma gourmet
Agata e Romeo
All’oro
Giuda Ballerino
Glass Hostaria
Il Convivio Troiani
Il Pagliaccio
Imago Hotel Hassler
La Pergola Hotel Cavalieri Hilton
Oliver Glowig
Open Colonna
Pipero al Rex

……………………………………………

Chef’s anatomy

interviste a *cuochi
e cuoche*

……………………………………………