Home | About | Filosofia | Contatti

Claudio Melis e Danilo Massa a quattro mani

Claudio Melis e Danilo Massa a quattro mani
Testi e Fotografie Maria Luisa Basile

Gli amici non sono né molti né pochi, ma in numero sufficiente.
Questo pensiero ha forse attraversato la mente di Claudio Melis e Danilo Massa una sera di novembre in cui hanno cucinato la loro cena a quattro mani per un pubblico di amici, colleghi in arrivo da altre regioni e golosi che hanno riempito ogni tavolo del ristorante Locanda del Santo Bevitore, un tempo stazione di posta per viaggiatori.
Lo avrà pensato Claudio Melis, professionista navigato e fine cesellatore di sapori che ha accolto l’invito del collega più giovane e con un percorso professionale che si va ancora definendo, nel quale ha riconosciuto un’affinità spirituale.
Ma anche Danilo Massa, al quale va il merito del coraggio e dell’azione: invitare il maestro e confrontarsi con lui, senza limitarsi a esserne ammirato spettatore.
Il risultato è stato un percorso gastronomico del quale da spettatori – noi sì – fidarsi interamente, immaginando i due costruirlo insieme e crederci.
Ecco i piatti del duo, insieme ai dionisiaci  accostamenti scelti da due produttrici piemontesi donne, una di Gavi (La Ghibellina) e l’altra di Neive (Cecilia Monte), centro e anima dei loro vini che mi è già venuta voglia di andare a conoscere, perché gli amici, appunto, non sono mai né molti né pochi.
Carpaccio di Fassona piemontese, crema di peperoni di Carmagnola all’olio extra vergine di oliva, sedano rapa, bagna caoda di Danilo Massa
Corteccia di topinambour, il suo humus, prezzemolo di Claudio Melis. Abbinata a La Ghibellina, azienda vinicola bio di Monterotondo, Gavi
Brodo di funghi, tartufo, raviolini con ripieno liquido di mandorle e Seirass, foglie di senape di Claudio Melis. Abbinato a Cecilia Monte, azienda vinicola di Barbaresco
Risotto in estratto di mare, sgombro, limone nero di Claudio Melis
Baccalà in crosta di castagne, zucca e amaretto di Gavi di Danilo Massa

Maialino (brado) di Alfredo 2021 di Claudio Melis
Cremoso allo yogurt di capra, gelato al kiwi, cannella, cioccolato e fava tonka di Danilo Massa. Abbinato a Gianni Doglia, azienda vinicola di Castagnole delle Lanze
Degustazione
Maria Luisa Basile © Riproduzione vietata
Se hai apprezzato l’articolo e il fatto che nessun banner pubblicitario ne ha disturbato la lettura, aiutaci a mantenere il sito di Roma-gourmet libero e accessibile con un contributo, anche piccolo. Grazie!

 

 
 

……………………………………

Sostieni Roma gourmet con un contributo, anche piccolo. Grazie! 

……………………………………

Salvo dove diversamente indicato, testi e fotografie sono di Roma-gourmet ©

……………………………………

Assaggi di Teatro

Cucina creativa e Teatro

……………………………………

Affinità elettive

L’Arte incontra la Cucina d’autore

……………………………………

Sguardi

Storie d’erranza

……………………………………

Aforismi gourmand

*Se t’inganno, prego el
cielo de perdere quello
che gh’ho più caro:
l’appetito.
* Arlecchino
servitor di due padroni

……………………………………

Lo chef e la Luna

……………………………………

Puntarelle tempestose

Roma gourmet non acquista nè consuma alcun alimento o bevanda la cui pubblicità strumentalizza il corpo nudo delle donne, offendendone la dignità

……………………………………

I carciofi di Caravaggio

Viaggio gourmet
fra vita e opere
di Michelangelo
Merisi
detto
Caravaggio

……………………………………

Take (me) away

Brillante-Severina. Memorie tragi-comiche di una gourmet per bene

……………………………………

Shop Roma gurmet

……………………………………

Italia gourmet

I migliori
ristoranti d’ITALIA
nei giudizi delle
Guide

……………………………………

Pensiero di Vino

il vino mantiene
l’impronta del
legno in cui è
invecchiato

……………………………………

Scaffale gourmet

il piacere
del testo gourmet

……………………………………

Piccoli musei

piccoli musei
grandi emozioni

 

……………………………………………

Le guide consigliano

I migliori ristoranti di Roma secondo le Guide recensiti con parole e immagini da Roma gourmet
Agata e Romeo
All’oro
Giuda Ballerino
Glass Hostaria
Il Convivio Troiani
Il Pagliaccio
Imago Hotel Hassler
La Pergola Hotel Cavalieri Hilton
Oliver Glowig
Open Colonna
Pipero al Rex

……………………………………………

Chef’s anatomy

interviste a *cuochi
e cuoche*

……………………………………………