Home | About | Filosofia | Contatti

Il riscatto del cavolo

assaggi di teatro 20[12-13] torino

Claudio e Anna Vicina dedicano per Assaggi di Teatro a La serata a Colono di Elsa Morante… il Capunet

ricetta degli chef

“…conseguenza dell’infamia, o sua causa, o suo pretesto, o un suo sogno.” La serata a Colono

25 gennaio 2013 Degustazione gratuita Vini doc offerta da Assaggi di Teatro e Camera commercio TO al Teatro Carignano

Assaggi di Teatro si ispira a La serata a Colono di Elsa Morante, regia Mario Martone, musiche Nicola Piovani, in scena al Teatro Carignano di Torino

Modi di dire del Cavolo

Non di rado i piatti poveri propongono ironicamente nel nome un riscatto verbale che li nobilita. Ne è esempio il capunét, che suggerisce l’immagine di un piccolo “cappone” ma che invece nulla ha a che vedere con i polli ruzzolanti nell’aia. Si tratta infatti di un involtino realizzato con una sfoglia esterna di cavolo verza e farcito con verdure, avanzi di carne e salumi. Un piatto povero nato nelle campagne e cucinato per giunta con l’umile cavolo, ortaggio bollato per l’odore pungente, a lungo considerato alimento povero e per i poveri. Eppure non solo la verza ha un’origine etimologica nobile derivante dal nome datole dai latini virdia, la verde, che la lega alla radice alla parola verdura nonché al viridarium, l’orto, ma la scienza ha recentemente contribuito alla sua riabilitazione divulgandone le virtù e raccomandandone il consumo per la ricchezza di sostanze che inibiscono lo sviluppo di tumori. Il cavolo verza avvolge dunque il ripieno carnoso del capunét (facendolo sembrare vegetariano e capace di aggirare il divieto di mangiare carne il venerdì), a sua volta ingentilito dal nome ma soprattutto dal sapore, tanto da entrare nell’empireo dei piatti tipici della cucina piemontese come uno degli antipasti più conosciuti. Il riscatto del cavolo si associa in Assaggi di Teatro a quello dell’Edipo protagonista dell’unica opera teatrale di Elsa Morante al quale dedica un capunét rivisto e corretto dalla ricetta degli chef che più piemontesi non si può Claudio e Anna Vicina. Per un sovrano cieco e mendico che a Colono conclude un lungo e tormentato esodo, trovando fine e sepoltura. (MLB)

^^Il piatto di Claudio e Anna Vicina si gusta al ristorante Casa Vicina per Eataly di Torino su prenotazione (info 011.19506840) con omaggi gourmet >>
Fotografie dei piatti © Roma gourmet Riproduzione vietata
ˇGli chef durante la performance ˇ

Calendario ^

Indice ^

ˇGli abbinamenti del buon bereˇ

<< Scoprite i Vini DOC della provincia di Torino consigliati in abbinamento alla ricetta dall’Enoteca Regionale dei vini della Provincia di Torino >>

<< Altre performance di Claudio e Anna Vicina per Assaggi di Teatro >>

…………………………………………………………………………………………………………

Assaggi di Teatro 2012-13 è un incontro di gusto fra Roma gourmet e Teatro
realizzato
a Torino da Roma gourmet in collaborazione con Fondazione del Teatro Stabile di Torino e Camera di commercio di Torino. Con il contributo della Fondazione CRT.
Patrocini:
Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Regione Piemonte, Provincia di Torino, Comune di Torino.
Nell’ambito di Contemporary Art.
Sponsor: Az. agric. Forcella.
C
on il supporto di Enoteca Regionale dei vini della Provincia di Torino e Babayaga

 
 

……………………………………

Sostieni Roma gourmet, anche con 1 euro.
Grazie!
 

……………………………………

Salvo dove diversamente indicato, testi e fotografie sono di Roma-gourmet ©

……………………………………

Assaggi di Teatro

Cucina creativa e Teatro

……………………………………

Affinità elettive

L’Arte incontra la Cucina d’autore

……………………………………

Sguardi

Storie d’erranza

……………………………………

Aforismi gourmand

*Se t’inganno, prego el
cielo de perdere quello
che gh’ho più caro:
l’appetito.
* Arlecchino
servitor di due padroni

……………………………………

Lo chef e la Luna

……………………………………

Puntarelle tempestose

Roma gourmet non acquista nè consuma alcun alimento o bevanda la cui pubblicità strumentalizza il corpo nudo delle donne, offendendone la dignità

……………………………………

I carciofi di Caravaggio

Viaggio gourmet
fra vita e opere
di Michelangelo
Merisi
detto
Caravaggio

……………………………………

Take (me) away

Brillante-Severina. Memorie tragi-comiche di una gourmet per bene

……………………………………

Shop Roma gurmet

……………………………………

Italia gourmet

I migliori
ristoranti d’ITALIA
nei giudizi delle
Guide

……………………………………

Pensiero di Vino

il vino mantiene
l’impronta del
legno in cui è
invecchiato

……………………………………

Scaffale gourmet

il piacere
del testo gourmet

……………………………………

Piccoli musei

piccoli musei
grandi emozioni

 

……………………………………………

Le guide consigliano

I migliori ristoranti di Roma secondo le Guide recensiti con parole e immagini da Roma gourmet
Agata e Romeo
All’oro
Giuda Ballerino
Glass Hostaria
Il Convivio Troiani
Il Pagliaccio
Imago Hotel Hassler
La Pergola Hotel Cavalieri Hilton
Oliver Glowig
Open Colonna
Pipero al Rex

……………………………………………

Chef’s anatomy

interviste a *cuochi
e cuoche*

……………………………………………