Home | About | Filosofia | Contatti

L’appetito di nuovi cibi

assaggi di teatro 20[10-11] torino

Stefano Gallo dedica per Assaggi di Teatro alle Operette morali di Leopardi la Sella di capriolo al pepe di cubebe e composta di zucca allo zenzero e pere Martin sec

ricetta dello chef

“Libro di sogni poetici, d’invenzioni e di capricci malinconici… […] il più caro ai miei occhi”

Così Giacomo Leopardi definisce le Operette morali
Questo Assaggi di Teatro si ispira alle Operette morali di Giacomo Leopardi, regia M. Martone andate in in scena nel 2010 al Teatro Gobetti di Torino

Dal sogno leopardiano di un’etica civile condivisibile e fondata su un’idea forte e non astratta di cultura, parte la rilettura di Assaggi di Teatro dei dialoghi fra i tanti personaggi (Ercole e Atlante, Folletto e gnomo, Terra e Luna, Moda e Morte, Gutierrez e Cristoforo Colombo…) che compongono le Operette morali, scritte nel 1824 ma descrivendo vizi italici ancora attuali. Una frase in particolare stimola la fantasia cuciniera: “…indusse nel genere umano il bisogno e l’appetito di nuovi cibi e di nuove bevande, le quali cose non senza molta e grave fatica si potessero provvedere…” lasciando immaginare lenze lanciate in pescose acque, solchi profondi disegnati nella terra dagli aratri, archi tesi verso selvatiche e boschive prede. Come il capriolo. E visto che “in ogni passo delle Operette morali Leopardi evoca il diverso, il dissimile, l’infinito, l’inconcepibile” (Pietro Citati), Stefano Gallo accosta la preda di cacciagione a zenzero, zucca, pepe di cubebe e pere Martin sec. (MLB)

Indice ^

Calendario 2011 ^

^^Pera Martin sec
<< Le altre performance di Stefano Gallo per Assaggi di Teatro >>

Giacomo e Monaldo Leopardi a tavola sedevano vicini con una complicità bizzarra. Toccava al padre “il tagliare a minuto le sue vivande, altrimenti le stracciava con la sola forchetta, overo impazientito le ripudiava”.

…………………………………………………………………………………………………………

Assaggi di Teatro 2010-2011 è un incontro di gusto fra Roma gourmet e Teatro realizzato da Roma gourmet, Comune di Torino, in collaborazione con Teatro Stabile Torino, Camera di Commercio di Torino, con il contributo della Fondazione CRT e con il supporto dell’Enoteca Regionale dei vini della provincia di Torino.
Patrocini: Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali
Regione Piemonte, Provincia di Torino.
Sponsor: Lavazza, Forcella. Sponsor tecnico Babayaga

 

 

 
 

……………………………………

Sostieni Roma gourmet, anche con 1 euro.
Grazie!
 

……………………………………

Salvo dove diversamente indicato, testi e fotografie sono di Roma-gourmet ©

……………………………………

Assaggi di Teatro

Cucina creativa e Teatro

……………………………………

Affinità elettive

L’Arte incontra la Cucina d’autore

……………………………………

Sguardi

Storie d’erranza

……………………………………

Aforismi gourmand

*Se t’inganno, prego el
cielo de perdere quello
che gh’ho più caro:
l’appetito.
* Arlecchino
servitor di due padroni

……………………………………

Lo chef e la Luna

……………………………………

Puntarelle tempestose

Roma gourmet non acquista nè consuma alcun alimento o bevanda la cui pubblicità strumentalizza il corpo nudo delle donne, offendendone la dignità

……………………………………

I carciofi di Caravaggio

Viaggio gourmet
fra vita e opere
di Michelangelo
Merisi
detto
Caravaggio

……………………………………

Take (me) away

Brillante-Severina. Memorie tragi-comiche di una gourmet per bene

……………………………………

Shop Roma gurmet

……………………………………

Italia gourmet

I migliori
ristoranti d’ITALIA
nei giudizi delle
Guide

……………………………………

Pensiero di Vino

il vino mantiene
l’impronta del
legno in cui è
invecchiato

……………………………………

Scaffale gourmet

il piacere
del testo gourmet

……………………………………

Piccoli musei

piccoli musei
grandi emozioni

 

……………………………………………

Le guide consigliano

I migliori ristoranti di Roma secondo le Guide recensiti con parole e immagini da Roma gourmet
Agata e Romeo
All’oro
Giuda Ballerino
Glass Hostaria
Il Convivio Troiani
Il Pagliaccio
Imago Hotel Hassler
La Pergola Hotel Cavalieri Hilton
Oliver Glowig
Open Colonna
Pipero al Rex

……………………………………………

Chef’s anatomy

interviste a *cuochi
e cuoche*

……………………………………………